Chie­sa di S. Francesco d’Assisi

Percorrendo la Via A. Caro si giunge alla chie­sa dei Cappuccini, costruita tra il 1612 e il 1623, con i proventi dell’allume, grazie a Dario Pierleoni, un dirigente delle miniere pontificie.

L’interno della chiesa,  secondo la tradizione monastica e francescana,  è molto semplice, presentando una navata unica, affiancata da tre cappelle per lato poco profonde. Vero tesoro della chiesa è l’immagine della Madonna di Cibona (sec. XV) che sovrasta l’altare maggiore. La navata centrale è caratterizza­ta dalla presenza, nella parte superiore, di una de­corazione raffigurante S. Francesco d’Assisi. Nel convento adiacente alla chiesa è vissuto san Crispino da Viterbo.